Una nazione alla ricerca dei vaccini anti-Covid per conto di terzi senza guardare le potenzialità casalinghe.

I segretari generali di Cgil-Cisl-Uil Catania e delle organizzazioni di categoria Filctem-Femca-Uiltec hanno scritto una lettera aperta ai massimi esponenti politici, oltre che ai vertici di Farmindustria, dell’Aifa e della multinazionale del farmaco Pfizer, per dire che a Catania sarebbe possibile produrli. Le organizzazioni sindacali vorrebbero che si investisse in questo territorio, che già in passato ha dato dimostrazione di saper fare cose importanti, come l’Etna Valley. Inoltre, ormai da diverso tempo sollecitano che Pfizer guardi con rinnovato interesse al proprio stabilimento catanese. Infine, la zona, per la sua centralità strategica nell’area mediterranea, può svolgere un ruolo significativo nella filiera europea e mondiale del farmaco. La città etnea sarebbe pronta, basta solo volerlo.