Fermato un uomo, con precedenti penali, che ha seminato il panico nelle zone comprese tra Messina e Catania ai danni di due aree di servizio. La Polizia di Stato ha arrestato un 31enne etneo che, armato di una motosega in funzione, ha fatto irruzione all’interno del bar della zona costringendo il banconista a consegnargli i soldi e tutti i tagliandi “Gratta&Vinci“. Il rapinatore è scappato a bordo di un’auto, una Nissan “Micra”, e pochi minuti più tardi ha messo a segno il secondo colpo con le medesime modalità. Gli agenti della Sezione Polizia Stradale di Messina lo hanno individuato in meno di 12 ore risalendo alla targa della vettura. Il soggetto, dopo che i poliziotti hanno indagato sulle sue abitudini, è stato rintracciato a Mascali. Nello specifico il sue veicolo è stato trovato seminascosto dalla vegetazione. In particolare il personale si è mimetizzato tra i bagnanti e ha atteso che l’uomo uscisse da una delle numerose case del posto. Alla fine è stato beccato e dalla perquisizione è emerso che avesse ancora indosso una parte del bottino ovvero circa 1.500 euro tra banconote e monete. I poliziotti hanno recuperato anche circa 400 tagliandi “Gratta&Vinci” nonché la motosega. Il 31enne è finito in carcere.