Truffa ai danni dell’Unione Europea

Eseguita un’ordinanza di misure cautelari, che è stata emessa dal gip di Siracusa, dalla Direzione investigativa antimafia e dal reparto carabinieri tutela agroalimentare. Il provvedimento è stato effettuato nei confronti di sette persone ritenute responsabili, a vario titolo, di truffa aggravata, falso in atto pubblico e reimpiego di denaro o beni di provenienza illecita.

Le indagini hanno messo in luce che 16 indagati, inseriti in contesti familiari contigui alla criminalità organizzata, sarebbero riusciti fraudolentemente a ottenere 900mila euro del Fondo europeo agricolo di Garanzia facendo fittiziamente figurare nella propria disponibilità terreni agricoli in realtà sottoposti a sequestro dell’Autorità giudiziaria. Il meccanismo sarebbe stato messo in atto tramite la produzione di falsi contratti di compravendita e di affitto, in relazione a 13 eventi di frode ricostruiti dalle indagini e riconosciuti dal Gip di Siracusa.

Dunque, è stato disposto per sei indagati la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e per un settimo l’obbligo di dimora nel comune.