Il nuovo governo del professor Giuseppe Conte avrà tre ministri siciliani. Anche le ultime riserve sono state sciolte ieri sera dopo l’ultimo colloquio con il Capo dello Stato. Il governo Conte sancito dall’alleanza Movimento Cinque Stelle – Lega potrà contare su tre ministri siciliani: Giulia Grillo, Giulia Bongiorno e Alfonso Bonafede. Cominciamo con la più giovane e più vicina al territorio catanese ed etneo non fosse altro perché nata e cresciuta a Catania. Giulia Grillo 42 anni catanese è il nuovo ministro della Salute. Pentastellata della prima ora, Giulia Grillo è nata a Catania il 30 maggio 1975 e si è laureata in Medicina e Chirurgia con specializzazione in Medicina legale. Nonostante porti lo stesso cognome di Beppe Grillo, Giulia Grillo non ha alcun rapporto di parentela con il comico genovese. Il suo impegno dentro il movimento comincia nel 2006 quando si iscrive al meet up di Catania. Da quel momento partecipa alle campagne contro le trivellazioni in Val di Noto e contro la privatizzazione dell’acqua. Il nome di Giulia Grillo lo ritroviamo anche per la nascita del comitato Addio pizzo di Catania. Eletta la prima volta alla Camera nel 2013, nel 2018 è stata rieletta a Montecitorio.
Ministro della Pubblica Amministrazione è l’avvocato Giulia Bongiorno, 52 anni di Palermo. La sua popolarità è cominciata nel 1995 quando l’avvocato Franco Coppi le chiese di occuparsi della difesa di Giulio Andreotti, accusato di collusione con la mafia e dell’omicidio del giornalista Mino Pecorelli. Un’esperienza che le ha cambiato la vita come lei stessa ha raccontato in un libro. Da allora ha ricevuto numerosi incarichi prestigiosi ed insieme a Michelle Hunziker ha inaugurato la fondazione “Doppia difesa”, contro la violenza sulle donne. A marzo è stata eletta al senato tra le fila delle Lega. Il deputato del M5S, Alfonso Bonafede è invece il nuovo ministro della Giustizia. Nato e cresciuto a Mazara del Vallo, Bonafede dal 1995 abita a Firenze dove si è laureato in Giurisprudenza. E’ stato Bonafede a far avvicinare il professore di Diritto privato, Giuseppe Conte, ai pentastellati e ad essere dunque uno dei promotori del nuovo governo giallo – verde.