Operazione antidroga a Siracusa

I carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa hanno dato esecuzione a un’ordinanza cautelare, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Catania, nei confronti di 19 persone gravemente indiziate, a vario titolo, dei reati di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, spaccio di sostanze stupefacenti e reati in materia di armi.

Dalle indagini è emersa l’esistenza di una organizzazione criminale finalizzata al traffico di cocaina, crack, hashish e marijuana, che operava nel quartiere Santalucia, chiamato anche Borgata.

Il gruppo si sarebbe imposto, anche attraverso azioni violente e attentati dinamitardi e incendiari, come principale referente nell’importazione della cocaina nella città di Siracusa, rifornendo le altre piazze di spaccio del capoluogo aretuseo e mantenendo l’esclusiva nella zona della “Borgata”.

Inoltre, il gruppo avrebbe mantenuto strettissimi rapporti con alcuni dei detenuti della casa circondariale Cavadonna di Siracusa, ai quali avrebbe tentato di fare arrivare cellulari e droga, anche con l’utilizzo di un drone, che è stato sequestrato.

Infine, sono stati sequestrati circa 7 chili di sostanza stupefacente tra cui cocaina, marijuana e hashish, somme di denaro pari a 5.945 euro in contanti, 9 armi clandestine, un drone e 4 smartphone criptati di ultima generazione.