Scoperta nel mare a San Vito Lo Capo

Una scoperta marina è stata fatta nella provincia di Trapani. In particolare, la Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana ha trovato un grande bacile di ceramica di tipo rituale, utilizzato sia a terra che sulle navi nell’antichità, nelle acque della tonnara del Secco a San Vito Lo Capo.

Il reperto, recuperato quasi intatto, era stato localizzato dall’istruttore subacqueo Marcello Basile. Sono stati subito avvisati i carabinieri e la polizia municipale di San Vito lo Capo e dopo i sub Marcello Basile e Andrea Mineo, con la presenza in immersione del Soprintendente del Mare Ferdinando Maurici, l’hanno recuperato.

Alberto Samonà, assessore Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, ha sottolineato che il mare continua a restituire interessanti reperti archeologici, che testimoniano la ricchezza storico culturale della Sicilia. La Soprintendenza del Mare è costantemente impegnata con azioni di recupero e valorizzazione.