Muore dissanguato per un furto a scuola

Un furto finito in tragedia. È successo a Canicattì, in provincia di Agrigento, dove è stato trovato all’interno del liceo Scientifico Sciascia il cadavere di un 33enne. L’uomo era in una pozza di sangue.

Secondo una prima ricostruzione, il giovane si sarebbe intrufolato di notte a scuola per rubare. Avrebbe frantumato la vetrata del distributore di snack e bibite provocandosi una profonda ferita a un braccio. Sembrerebbe che abbia perso i sensi, svenendo sul pavimento, e a quel punto sarebbe morto per dissanguamento.

Disposta l’autopsia per avere conferma per quella che pare sia l’ipotesi più accreditata. Sul fatto indagano i carabinieri.