Un nuovo studio dell’Università di Catania e dell’University of Cairo rivela che la diffusione del Covid in Italia si attenuerà dalla seconda metà di aprile. La professoressa Maria Alessandra Ragusa del Dipartimento di Matematica e Informatica ha spiegato che in questo studio i Paesi sono classificati in base al tempo dell’onda virale completa e alle temperature medie annuali e di conseguenza se il tempo dell’onda virale è inferiore, la velocità di trasmissione del virus sarà maggiore.

La ricerca ha preso in esame i seguenti Stati: Italia, Germania, Regno Unito, Stati Uniti, Russia, Arabia Saudita ed Egitto, che sono stati divisi per fasce climatiche.

Dai dati ottenuti sono stati poi classificati in tre categorie principali: Arabia Saudita ed Egitto sono stati inseriti nella prima categoria con una velocità di trasmissione inferiore; Italia, Germania e Regno Unito nella seconda categoria con velocità di trasmissione medie; Stati Uniti e Russia nella terza categoria con velocità di trasmissione alta.

Nella seconda categoria, la prima ondata del Coronavirus impiega 90 giorni per completare il primo ciclo virale con una maggiore velocità di diffusione del virus. Dunque, secondo quanto emerge dallo studio, nel caso dell’Italia, già a partire dalla seconda decade di aprile 2021 la diffusione del Covid-19 dovrebbe attenuarsi.