L’Etna non è l’unica a farsi sentire. La scorsa notte, infatti, ha fatto parlare di sé anche Stromboli. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, ha comunicato che alle ore 1,32 si è registrata una prima esplosione. Nello specifico, dalle analisi delle immagini delle telecamere si è rilevata una sequenza esplosiva nell’area Nord, iniziata con tre eventi di minori intensità, rispettivamente alle ore 1:32:50 1:33:00 e 1:33:10. Dopo circa dieci secondi, si è verificata una esplosione maggiore alle ore 1:33:30 con una durata di circa 10 secondi e si è conclusa alle 1:34:00.

Dal punto di vista sismico, dalle 01:32 alle 01:34 è stata registrata una sequenza di circa 10 eventi esplosivi il più energetico dei quali alle ore 01:33.

L’attività ha prodotto una ricaduta di materiale grossolano lungo la Sciara del Fuoco e una parte di materiale è ricaduta in direzione del Pizzo. Dopo la fase di incremento dell’ampiezza del tremore, i valori sono rientrati nella norma.