Blitz contro lo sfruttamento di lavoratori migranti

Vasta operazione della polizia di Stato contro lo sfruttamento di lavoratori migranti. Diverse le province d’Italia coinvolte, tra cui Trapani. Sono in corso perquisizioni, controlli e verifiche nei confronti di soggetti, esercizi commerciali e basi logistiche riconducibili allo sfruttamento della manodopera di cittadini extracomunitari irregolari.

Da quanto è emerso, gli stranieri avrebbero dovuto svolgere, al di fuori della prevista normativa, giornate lavorative in aziende agricole, opifici o esercizi commerciali. Nel mirino i network criminali dediti al traffico di migranti e alle connesse forme di sfruttamento della manodopera irregolare.

Nel blitz sono stati impiegati oltre 300 operatori della polizia di Stato, tra cui il personale delle squadre mobili delle province interessate, con il supporto delle Sisco, dei reparti prevenzione crimine e di alcune unità di elicotteristi, con la collaborazione del personale specialistico delle asl e dell’Ispettorato del lavoro. Le altre province oggetto dell’operazione sono Barletta-Andria-Trani, Cuneo, Foggia, Latina, Matera, Prato e Reggio Calabria.