Oggi, 11 novembre, si festeggia San Martino per commemorare Martino di Tours. Ricorrenza spesso legata alla prima spillatura del vino novello.

In Sicilia, oltre ad assaggiare il vino nuovo, si è soliti mangiare le caldarroste. Non stupisce, infatti, vedere per le strade catanesi colonne di fumo che creano una nebbia in pieno stile nordico.

Si parla anche di Estate di San Martino. La leggenda narra che il santo, di origine francese, fosse un soldato e un giorno venne colpito da un forte temporale. Incontrò un povero uomo con il quale decise di dividere il mantello per ripararsi dalla pioggia. Nel giro di poco tempo smise di piovere e spuntò il sole.

Poi Martino sognò Gesù che gli rivelò di essere lui il mendicante al quale aveva prestato soccorso. Così decise di convertirsi al cristianesimo abbandonando le ami.

In ambito culturale sono tante le poesie, romanzi e canzoni a lui dedicati.