La scorsa notte, gli agenti delle volanti hanno arrestato un cittadino dominicano di 20 anni, responsabile di furto aggravato. Sono intervenuti in via De Felice, dove una segnalazione telefonica paventava un probabile furto in atto presso un’abitazione.

Giunti sul posto, hanno bloccato un giovane il quale, dopo essersi arrampicato fino al primo piano di uno stabile utilizzando una grondaia, si era introdotto all’interno di un appartamento, approfittando del fatto che la porta-finestra di un balcone fosse stata lasciata aperta dal proprietario.

Una volta all’interno dell’appartamento, il ladro si era impossessato di una cassa acustica, di un personal computer e di un borsello contenente carte di credito e documenti personali. Il tutto nella totale inconsapevolezza del proprietario dell’abitazione il quale, in quel momento, dormiva nella propria camera da letto.

Per la fuga, il topo d’appartamento aveva scelto la via più comoda, passando dall’uscio ingresso ma, appena raggiunte le scale, ha avuto la sgradita sorpresa di imbattersi negli agenti, che frattanto erano intervenuti, i quali lo hanno bloccato e ammanettato.

La refurtiva è stata riconsegnata all’inizialmente inconsapevole proprietario, dopo che questi ha formalizzato la denuncia di furto in Questura.

Informato il P.M. di turno, l’arrestato è stato condotto nelle camere di sicurezza della Questura, in attesa del giudizio per direttissima.