Ritrovamenti archeologici

Un complesso sistema di cottura della ceramica è stato trovato nel territorio di Castiglione di Sicilia al confine con quello di Randazzo. La scoperta è avvenuta grazie alla sinergia tra l’ateneo catanese, la Soprintendenza per i Beni culturali e ambientali di Catania e la collaborazione del Comune castiglionese.

Si tratta del risultato della seconda campagna di scavi archeologici in contrada Acquafredda-Imbischi. Eleonora Pappalardo, docente di archeologia classica del Disfor, ha spiegato che le strutture murarie emerse l’anno scorso si sono rivelate parte di un complesso sistema di cottura della ceramica, composto da una fornace in buono stato di conservazione.

Inoltre, ha aggiunto che la fornace ha un diametro di quasi due metri e presenta intatto il canale di sfiatamento che si connette a un ampio vano rettangolare, all’interno del quale sono stati trovati gli “scarti”, costituiti da ceramica ipercotta, estremamente utili a ricostruire le tipologie vascolari in uso nel IV sec. a.C. nell’area di ricerca.