L’aumento dei costi dell’energia elettrica non risparmia nessuno e crea delle difficoltà anche all’interno degli enti pubblici. Corre ai ripari il Comune di Bronte che, proprio per contrastare il caro bollette, sostituirà ben 2700 lampade dell’illuminazione pubblica con luci a led, puntando così a un risparmio energetico del 70 per cento circa.

È già stato firmato, nell’ufficio del dirigente del settore dei Lavori Pubblici, il contratto con l’impresa che si è aggiudicata l’appalto dei lavori. Le 2700 lampade alogene di 240 watt verranno sostituite con luci led di 80 watt. Sono lampade, queste ultime, di ultima generazione dalla durata decennale e in grado di garantire una maggiore e quindi migliore illuminazione. Lunedì l’impresa aggiudicatrice degli interventi farà un sopralluogo, si procederà poi con l’acquisto dei nuovi corpi illuminanti. L’inizio dei lavori è previsto a gennaio 2023 per una durata di 7 mesi.

Un passo importante per Bronte perché, come spiegato dal suo sindaco Pino Firrarello, “L’aumento dei costi di energia elettrica rischia di compromettere il bilancio di ogni Comune. Bisogna quindi intervenire per mitigare l’ammontare delle bollette. Prima cosa da fare è sostituire le vecchie lampade con modelli che consumano meno: ne guadagneranno le casse del Comune, ne guadagnerà l’ambiente”.