Notizie

Rapinatore in manette a Paternò

 foto arrestoArresto in flagranza di reato per un rapinatore di Paternò. Un malvivente, autore di una rapina messa a segno ieri sera, al supermercato Eurospin, tra via Nazario Sauro e via delle Gemme. Ad arrestarlo sono stati i Carabinieri del nucleo radiomobile della Compagnia paternese. Si tratta di Salvatore Davide Serrano, di 31 anni, paternese, accusatodi rapina aggravata, ricettazione e porto abusivo di armi clandestine. L’azione dei rapinatori ieri sera, alle 19.30 circa. Armati di una pistola e con il volto coperto da passamontagna sono entrati all’interno del supermercato e minacciando i cassieri hanno portato via circa mille euro. Pochi secondi sono stati sufficienti per completare l’azione; pochi secondi nel corso dei quali uno dei clienti, in quel momento all’interno del supermercato, ha deciso di non restare inerme, facendo scattare l’allarme, con una telefonata al 112, il numero di pronto intervento dei carabinieri. Immediato l’arrivo sul posto di una pattuglia dei militari dell’Arma, giunta proprio mentre i rapinatori stavano fuggendo a bordo di uno scooter, un Honda SH 150. Rapinatori sfortunati visto che il due ruote non voleva saperne di partire, da qui la fuga di uno dei due a piedi, con il bottino, mentre per il secondo malvivente, Salvatore Davide Serrano, sono scattate le manette ai polsi. Indosso i carabinieri gli hanno trovato una pistola semiautomatica marca Beretta cal. 22 (risultata clandestina, con colpo in canna, cane armato e caricatore inserito contenente una cartuccia), riconosciuta come l’arma della rapina. Ulteriore prova contro Serrano, acquisita dai carabinieri, attraverso le testimonianze dei clienti, sono gli abiti che indossava, gli stessi del rapinatore. Lo scooter, con telaio contraffatto, l’arma e gli indumenti sono stati sequestrati mentre Serrano è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza, a Catania. La pistola, verrà inviata al Reparto Investigazioni Scientifiche, di Messina per gli accertamenti tecnico-balistici. Le indagini dei carabinieri continuano alla ricerca del complice di Serrano. E da fonti investigative si scopre come sabato scorso è stata compiuta una rapina, in una macelleria di via Garibaldi, sempre a Paternò. I rapinatori, armati e con il volto nascosto da passamontagna, visto il magro bottino, hanno portato via della carne.

04/11/14

Mary Sottile

Commenti su Facebook:

Lascia un commento