I carabinieri della stazione di Sant’Agata Li Battiati, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Gravina di Catania e della Tenenza di Mascalucia, hanno arrestato un 47enne di Valverde,  ritenuto responsabile di atti persecutori.

Un rapporto sentimentale che alla fine ha purtroppo registrato l’ennesimo atto di violenza da parte dell’uomo nei confronti della ex. Dopo circa due anni di convivenza la donna, una 44enne di San Gregorio di Catania, ha dovuto lasciare il compagno a causa del suo comportamento irascibile, sfociato più volte in aggressione fisiche taciute ai più per paura di ritorsioni.

La scorsa notte, dopo mesi di persecuzioni costellate anche da messaggi minacciosi o ingiuriosi tramite i quali si ledeva la dignità della parte offesa, l’uomo si è presentato in casa della ex dove, colto da un vero e proprio raptus, ha prima distrutto parte del mobilio dell’abitazione, scaricando la sua frustrazione anche sul figlio della donna, a cui ha danneggiato diversi apparati tecnologici, per poi scagliarsi contro un amico della coppia e, infine, colpire la ex compagna e fuggire via.

Mentre le persone aggredite sono state soccorse dai sanitari del 118 intervenuti sul posto, i carabinieri organizzavano le ricerche del fuggitivo terminate nei pressi della sua abitazione di Valverde quando, dopo un lungo inseguimento a piedi e una violenta colluttazione ingaggiata con i miliari, è stato bloccato e ammanettato.

L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania piazza Lanza.