In arrivo per Catania 222 milioni di euro

Assegnata a Catania dall’Unione Europea una dotazione finanziaria di 222 milioni di euro, che proviene dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e dal Fondo Sociale Europeo (FSE) con l’obiettivo di rilanciare l’economia in un’ottica verde, digitale e di inclusione sociale.

Si tratta del progetto Pon Metro, un programma operativo nazionale unitario di interventi per lo sviluppo urbano sostenibile, coordinato dall’Agenzia per la Coesione Territoriale e che, oltre a Catania, coinvolge altre 13 città in Italia.

Per il nuovo ciclo di programmazione 2021-2027, gli obiettivi sono: un’Europa più intelligente, che comporta un’accelerazione sulla digitalizzazione (20 milioni di euro); un’Europa più verde, che sostiene la riduzione delle emissioni inquinanti (49 milioni di euro); un’Europa più sociale e inclusiva, interventi su fasce della popolazione fragile (73,7 milioni di euro); un’Europa più vicina ai cittadini, ovvero progetti di rigenerazione urbana (75,8 milioni di euro).

Insieme all’ingegnere Fabio Finocchiaro, la presentazione della programmazione è stata fatta dagli ingegneri Maurizio Consoli e Salvatore Caprì, il dottore Rosario Rossi e l’architetto Melissa Duello, che hanno coordinato i 4 tavoli tematici.