Prevenzione incendi nel territorio paternese. I Carabinieri del Comando Provinciale di Catania, in linea con gli indirizzi strategici della Prefettura, hanno pianificato diversi servizi di controllo per contrastare l’insorgere di roghi boschivi e nelle aree rurali della provincia etnea. Nello specifico i militari della Compagnia di Paternò, insieme ai colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Sicilia, hanno monitorato l’area di Ponte Barca e delle Contrade “Sciddicuni” e “Pietralunga”.
È stata effettuata un’attività di acquisizione, raccolta e consultazione dei catasti degli incendi degli ultimi anni. Nei dati sono indicate le particelle di terra già colpite dal fuoco e, come prevede la legge quadro in materia di incendi boschivi, soggette a vincolo di destinazione d’uso per almeno 15 anni. Dai sopralluoghi sono state identificate 42 persone, in primis agricoltori e allevatori di bestiame, e 8 sono state sanzionate amministrativamente per 6.250 euro in quanto ritenute responsabili di aver fatto pascolare mandrie di bovini in violazione del divieto di pascolo decennale.