I carabinieri del Nucleo Radiomobile della compagnia di Paternò hanno arrestato un pastore di 69 anni del posto, ritenuto responsabile di incendio doloso e combustione illecita di rifiuti.

Quella colonna di fumo nero ha attirato l’attenzione di una pattuglia del radiomobile impegnata nel controllo del territorio. I militari, che stavano transitando in via Mediterraneo, si sono immediatamente recati dove divampava l’incendio, tra la S.P. 138 e la via Giovanni Verga, notando un uomo che a bordo di una Ford Fusion si stava allontanando velocemente dal luogo.

I militari hanno inseguito e bloccato l’auto del presunto piromane. L’uomo è stato identificato e trovato in possesso di un comune accendino modello clipper, utilizzato per appiccare il fuoco a dei rifiuti abbandonati a ridosso del muro di cinta di una officina meccanica e sul lato opposto a una distesa di sterpaglie posta al confine con diverse abitazioni e colture.

L’incendio è stato domato, mentre l’arrestato è stato relegato agli arresti domiciliari.