Le fiamme hanno incenerito tre pioppi che costeggiano l’arteria, mentre un quarto è stato abbattuto perché seriamente danneggiato

Ancora un devastante incendio a Paternò, dopo il rogo di lunedì scorso che ha incenerito un vasto terreno in zona Ardizzone, adiacente via Mongibello, con alcune abitazioni che hanno corso il serio rischio di essere avvolte dal fuoco. Intorno alle 13:30 di oggi, le fiamme hanno aggredito le aiuole che costeggiano via delle Arti e dei Mestieri, in zona Trappetazzo, la strada che dalla rotonda di corso Italia procede in direzione Santa Maria di Licodia.

L’incendio che ha avvolto le sterpaglie si è pericolosamente avvicinato alle abitazioni e, tramite il fenomeno dello spotting, lo spostamento causato dal vento di frammenti di vegetazione infuocati, si è propagato anche dall’altra parte della strada raggiungendo la statale 121 che scorre parallela. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco del distaccamento di Catania Sud, Zona Industriale, che hanno impiegato alcune ore per vincere le fiamme. Il tratto iniziale di via Delle Arti e dei Mestieri è stato chiuso alla viabilità dalla Polizia Municipale di Paternò, alla rotonda di corso Italia, e dai Carabinieri, a monte.

Le fiamme hanno distrutto alcuni pioppi che costeggiano l’arteria. Uno di essi, incenerito alla base, è stato abbattuto dai Vigili del Fuoco coadiuvati dagli operai del Comune di Paternò intervenuti. Altri tre sono stati ridotti in cenere dall’incendio. Il tratto di strada interessato, intorno alle 17:45 è stato parzialmente riaperto al traffico: consentito il passaggio alle auto provenienti da Santa Maria di Licodia per Paternò.