Sequestrato istituto scolastico paritario a Partinico

I finanzieri del comando provinciale di Palermo hanno dato esecuzione a un’ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal gip del Tribunale di Palermo, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 2 soggetti, destinatari della misura interdittiva del divieto dell’esercizio di attività professionale per la durata di 12 mesi. Inoltre, è stato sequestrato un istituto scolastico paritario a Partinico.

Le indagini hanno permesso di ipotizzare un piano ben preciso: il trasferimento fraudolento dell’attività d’impresa a favore di una società neocostituita, con un contratto di cessione di ramo d’azienda, per proseguire l’attività scolastica senza soluzione di continuità, lasciando la precedente società in grave stato di dissesto avendo accumulato una esposizione debitoria allo stato quantificata in oltre 1,7 milioni di euro; nei bilanci societari non ci sarebbe stata traccia della reale situazione debitoria dell’impresa.

I reati ipotizzati sono bancarotta fraudolenta, autoriciclaggio e false comunicazioni sociali. L’istituto sequestrato è stato affidato a un amministratore giudiziario con il compito di garantire la continuità dell’attività scolastica e mantenere i livelli occupazionali.