Via libera per altri 19 progetti di parchi gioco inclusivi in Sicilia. L’assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro ha stanziato ulteriori 715mila euro da destinare alla creazione delle strutture ludiche per bambini con disabilità. È stato possibile lo scorrimento della graduatoria dei progetti presentati dalle amministrazioni locali per l’avviso pubblicato nel mese di ottobre del 2019. Finanziate tutte le istanze ritenute ammissibili, pure quelle alle quali inizialmente non era stato possibile assegnare risorse per insufficienza di fondi. Il contributo originariamente richiesto è stato decurtato del 15%. Il finanziamento è stato concesso – in ordine di posizione, da 170 a 188 – ai Comuni di Viagrande (35.208 euro), Valguarnera Caropepe (42.500), Torretta (42.500), Roccafiorita (42.500), Racalmuto (42.500), Centuripe (35.698), Castell’Umberto (35.628), Ravanusa (36.040), Valverde (36.040), Agira (36.040), Pietraperzia (36.040), Castrofilippo (36.040), Castronovo (36.040), Polizzi Generosa (36.040), Mojo Alcantara (36.040), Piedimonte Etneo (36.040), Salemi (36.082), Comiso (36.045), Messina 42.500).

L’assessore al ramo, Antonio Scavone, rilascia delle dichiarazioni sull’iniziativa. “Abbiamo fatto in modo di integrare, anche a più riprese, le somme necessarie a coprire tutte le richieste che ci sono arrivate dai territori dando a tutte le amministrazioni che hanno presentato progetti idonei la possibilità di essere sostenute nella realizzazione dei parchi gioco, attraverso i quali potranno anche promuovere iniziative in rete con le scuole e le realtà associative. Complessivamente la Regione ha utilizzato oltre 7 milioni e 200mila euro provenienti dal Fondo nazionale politiche sociali, riuscendo a soddisfare le richieste di 188 Comuni“.