In Aula Paolo VI Francesco incontra circa 600 persone legate all’Associazione Retrouvaille, un servizio esperienziale per coppie in crisi, sposate o conviventi, che soffrono gravi problemi di relazione, in procinto di separarsi o già separate o divorziate, e che intendono ricostruire la loro relazione d’amore lavorando per salvare il loro matrimonio in crisi, ferito e lacerato.

Il Movimento è nato in Canada nel 1977 e attualmente conta oltre 150 comunità nel mondo.

Sono 175mila le coppie che hanno completato il programma proposto. In Italia – dove è costituito dal 2002 da quattro comunità – è stato introdotto da don Bernardino Giordano, vicario della delegazione pontificia di Loreto dove Retrouvaille ha fissato la sua sede.

“Io mi ritrovo nella vostra esperienza, che invita a considerare la crisi come opportunità, in questo caso opportunità di fare un salto di qualità nella relazione”, e “sono contento che durante questo ‘Anno della Famiglia Amoris laetitia’ ci sia anche questo incontro, dedicato ai coniugi che vivono una crisi seria nella loro relazione”. Così papa Francesco, durante l’udienza in Sala Nervi, si è rivolto all’Associazione ‘Retrouvaille’, servizio per le coppie in crisi che, nel proprio logo, si definisce “salvagente per i matrimoni in difficoltà” e che il Pontefice ha ringraziato per l’impegno incoraggiando a portarlo avanti.

FONTE ANSA