Il Palermo è stato promosso in Serie B dopo aver vinto 1-0 contro il Padova nella finale Playoff di ritorno di Serie C disputatasi ieri al “Renzo Barbera”. Un ritorno in cadetteria molto atteso dalla tifoseria rosanero, che ha visto la propria squadra coronare una stagione giocata in rincorsa con un girone di ritorno straordinario. Di Brunori, su calcio di rigore, la rete decisiva. Stadio stracolmo, Palermo si è mobilitata tra l’entusiasmo e le polemiche per i disagi avvenuti in sede di organizzazione delle elezioni in città. Fuori dalla struttura anche qualche furbetto che ha provato a… fare affari illegalmente. I finanzieri del Comando Provinciale in occasione della partita hanno infatti multato un bagarino che vicino allo stadio vendeva biglietti del match a prezzi maggiorati a due tifosi.

Utilizzata pure una tecnica per “moltiplicare” i biglietti: l’uomo ne fotocopiava più volte uno originale acquistato e intestato a un’altra persona vendendolo a ignari acquirenti. Il soggetto è stato trovato in possesso di altre tre copie dello stesso titolo di accesso relativo a un posto in Curva Sud.

Dai controlli a campione effettuati a ridosso dei tornelli le Fiamme Gialle hanno identificato un tifoso in possesso di un biglietto fotocopia di Curva Sud senza la procedura del “cambio nominativo”. Contestata al bagarino una sanzione per un importo tra i 2.500 e i 10.000 euro. Al sostenitore rosanero, entrato all’interno del Barbera con un biglietto non a suo nome, è stata contestata una multa tra i 100 e i 500 euro.