Il forte caldo correlato all’incremento della mortalità

Il caldo intenso, con temperature sopra la media stagionale, che da maggio fino a luglio ha interessato tutta l’Italia pare sia legato a un incremento della mortalità. Una situazione che sarebbe più accentuata nelle regioni del centro sud a causa dell’intensità e della durata del fenomeno.

Sono dati che emergono dal “Report mortalità e accessi in pronto soccorso estate 2022”, curato dal ministero della Salute. A maggio la mortalità è risultata superiore del 10%. A giugno, invece, del 9%. Infine, a luglio si è registrato un +21%. In particolare, con un incremento dei decessi a Palermo del 34% e a Catania del 35%.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Meteorologia (WMO) queste ondate di calore in futuro saranno la nuova normalità. Nel nostro Paese sono destinate a diventare più frequenti, più lunghe e intense come evidenziato dalle recenti stime dell’Intergovernmental Panel of Climate Change (IPCC) nell’ultimo rapporto. Questo avrà un impatto sempre più rilevante sulla salute della popolazione esposta.