Consiglio dei Ministri convocato dalle 18 di oggi per decidere le misure da prendere per i giorni delle feste. Se l’ultima ipotesi sarà alla fine quella definitiva, l’Italia sarà in zona rossa per un totale di 10 giorni: dal 24 al 27 dicembre, dal 31 dicembre al 3 gennaio e poi il 5 e il 6 (l’Epifania). Il 28-29-30 dicembre, così come il 4 gennaio, varranno invece le regole della zona arancione.

In dettaglio

Dal  21 – 23 DICEMBRE

⛔ blocco mobilità infraregionale. deroghe per lavoro, salute, urgenza, ritorno alla residenza o domicilio.

✅ spostamenti consentiti alle seconde case, nella stessa Regione.

✅  negozi aperti, ristoranti aperti a pranzo e bar fino alle 18. Aperti parrucchieri e barbieri.

⛔ divieto di uscire dalle ore 22 alle ore 5

24 – 27 DICEMBRE – zona rossa

⛔ chiusi negozi, bar, ristoranti

✅  aperti con orari giorni festivi: alimentari, farmacie, tabacchi, edicole e librerie

⛔ vietati tutti gli spostamenti anche all’interno del proprio comune. deroghe solo per lavoro, salute, urgenza

⛔ non si potrà uscire per andare a casa di parenti o amici Niente pranzi e cene di Natale con parenti e amici: ammessi nucleo convivente + massimo 2 genitori anziani

✅  si potrà uscire per andare a Messa e uscire per attività sportiva e motoria o assistere chi non è autosufficiente.

28 – 30 DICEMBRE

✅  si ritorna alle restrizioni del DPCM dal 4 dicembre al 15 gennaio

31 DICEMBRE e 3 GENNAIO

⛔ lockdown totale. Divieto di uscire di casa  deroghe per lavoro, salute, urgenza.

✅ aperti solo alimentari, farmacie, tabacchi, edicole e librerie.

👩‍✈️ chi verrà trovato a circolare per strada in questi quattro giorni, senza motivo, verrà sanzionato con una multa da 400 euro a 1000 euro.

4 – 6 GENNAIO

✅  si ritorna alle restrizioni del DPCM dal 4 dicembre al 15 gennaio

⛔ blocco mobilità infraregionale. deroghe per lavoro, salute, urgenza, ritorno alla residenza o domicilio.