Nel corso della nottata del 30 maggio scorso un carabiniere del Nucleo Radiomobile di Catania, libero dal servizio e in orario notturno, dopo aver sentito dalla propria abitazione le grida di aiuto di una donna rimasta bloccata insieme al figlio 20enne all’interno del loro appartamento (al piano terra in una limitrofa strada del comune di in Misterbianco) in cui stava divampando un incendio per cause accidentali, è prontamente intervenuto prestando soccorso ad entrambi e riuscendo a portarli al riparo in una zona all’esterno della casa dopo essersi accorto della presenza di una bombola del gas nell’immobile.

Il militare è stato successivamente supportato dai Carabinieri della Tenenza locale, che hanno provveduto a far evacuare due famiglie delle abitazioni adiacenti, e dai Vigili del Fuoco che hanno domato le fiamme e messo in sicurezza l’abitazione.

Alla donna, trasportata al pronto soccorso dai sanitari del 118, è stata riscontrata una intossicazione da monossido di carbonio ed è stata dimessa con prognosi di 3 giorni.