Cronaca Notizie

MESSINA: SEQUESTRO PENALE PER “VILLA CAPPELLANI”

di Mary Sottile

 

Sequestro penale per il complesso immobiliare “Villa Cappellani” che ospita l’omonima clinica privata, gestita dalla Giomi Spa, società non coinvolta nell’inchiesta. Ad effettuarlo sono stati gli investigatori della DIA di Messina, supportati dagli uomini dal Centro operativo della DIA di Catania, e dai finanzieri del nucleo di Polizia tributaria della Guardia di finanza di Messina, coordinati dalla DDA della città peloritana. Indagate quattro persone, i fratelli Aldo e Dino Cuzzocrea ed  Antonio Di Prima, per il reato di trasferimento fraudolento di titoli e valori; e Dario Zaccone, ex consulente e persona di fiducia dei Cuzzocrea, accusato di riciclaggio.

Grazie alle indagini è stato accertato come il complesso immobiliare “Villa Cappellani”, sarebbe stato acquistato attraverso un giro di somme esportate all’estero e successivamente fatte rientrare nel territorio nazionale attraverso la schermatura di società create ad hoc. L’indagine penale, scaturisce dall’esame di alcune segnalazioni di operazioni sospette, trasmesse dalla Banca d’Italia, inerenti il rientro di capitali in Italia e relativi a partecipazioni societarie poste in Lussemburgo.

L’attività di polizia economico-finanziaria, seguendo i flussi finanziari intercettati ed esportati in precedenza in territorio svizzero, ha permesso di scoprire come alcuni degli indagati, hanno sfruttato lo strumento dello “scudo fiscale ter” per regolarizzare, già dal 2009, le posizioni societarie lussemburghesi.

Il complesso dell’Immobiliare Cappellani verrà affidato ad un amministratore giudiziario nominato dalla Magistratura e che consentirà il prosieguo dei servizi sanitari all’utenza.

Commenti su Facebook: