Da Sindaco di una Città che mi sta a cuore, mi preme ritornare su una questione che interessa da una parte i cittadini che legittimamente chiedono informazioni sull’avvio delle attività nella nostra piscina comunale, dall’altra i soliti polemici che non perdono occasione per diffondere notizie false, con la speranza di recuperare qualche secondo di visibilità. Il bando è pronto, non è sparito affatto come qualche detrattore avrebbe desiderato e che non ama certamente questa Città, lunedì approderà alla ragioneria per l’impegno di spesa e da lì passerà alla C. U.C. Centrale Unica di Committenza che pubblicherà il bando così come prevede la legge. In questi mesi abbiamo lavorato con costanza e determinazione su un bando parecchio impegnativo, ma stiamo parlando dell’affido del più importante impianto sportivo della Città per la durata di 15 anni, e non si poteva lasciare nulla al caso. Ricordo infatti che si tratta di gestire non solo la piscina interna ma anche le vasche esterne, con l’obiettivo di rendere il servizio fruibile per tutti i 12 mesi dell’anno. L’ associazione che lo gestirà deve essere specializzata in questo settore, e per evitare improvvisazioni ci siamo soffermati molto sui requisiti richiesti.

Ho seguito personalmente la stesura del bando, curato dalla dott.ssa Patronaggio con la collaborazione del geom. Gulisano; sono già avviate le trattative con la Fin, che guidata da Sergio Parisi ha svolto in questi anni un lavoro impeccabile, per dare continuità al servizio in attesa dell’aggiudicazione del bando.

Voglio rassicurare i miei concittadini che stiamo facendo il possibile perché l’impianto, fiore all’occhiello della nostra Città, possa essere uno dei migliori della Sicilia, e che sia un vanto per tutti i Paternesi. E, mi dispiace che qualcuno persegua ancora “la caccia alle streghe”, non ha capito che con questo Sindaco non gli verrà certamente facile, perché questo Sindaco non permette a nessuno di speculare attraverso falsità e bugie, nel goffo tentativo di mistificare la verità sul buon governo.

Che nessuno osi ledere l’immagine della nostra Paternò!