Droga in casa

I carabinieri della stazione di Aci Catena, aiutati dai colleghi del Nucleo Operativo della Compagnia di Acireale, hanno arrestato un 39enne del posto, responsabile di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

I militari, grazie a una loro breve ma proficua attività investigativa, avevano appreso che il 39enne sarebbe stato solito “ricevere” quantitativi di droga grazie alla consegna effettuata da ignare ditte di corriere espresso.

In effetti, intorno alle ore 14, transitando in via Consolazione, nei pressi dell’abitazione di quest’ultimo, i carabinieri hanno notato l’arrivo dell’incaricato dell’ennesimo recapito che, a bordo del suo furgone, stava proprio per effettuare una consegna alla convivente dell’uomo, una donna di 44 anni.

Immediatamente i militari, vista anche la particolare voluminosità del pacco costituito da una cassa di legno, sono intervenuti procedendo alla sua acquisizione, proprio nel momento in cui il 39enne stava rincasando con la sua auto.

Grande è stata la sorpresa di quest’ultimo nel constatare la presenza dei carabinieri nella sua abitazione ma, consapevole del contenuto del pacco, non ha arrestato la propria marcia tentando anzi di dileguarsi, salvo essere bloccato a breve distanza da altri militari intervenuti in supporto dei colleghi.

Hanno aperto quella cassa, constatando che conteneva ben 10 buste di plastica termosaldate contenenti complessivamente circa 11,500 chilogrammi di marijuana. Successivamente, l’estensione della perquisizione all’interno dell’abitazione ha portato al ritrovamento anche di uno zaino al cui interno i carabinieri hanno trovato 124 grammi di cocaina, un bilancino di precisione e un telefono cellulare con due SIM.

Per una più completa verifica, i militari si sono recati in un’altra abitazione in uso al 39enne, sita in via Delle Olimpiadi, rinvenendo anche un altro zaino che, come l’altro, conteneva un ulteriore quantitativo di circa 500 grammi di marijuana, un involucro con 7 grammi di hashish e due dosi di crack.

All’interno dell’auto dell’uomo, inoltre, sono state trovate dai militari dosi di cocaina per quasi 3 grammi, una di hashish e un altro bilancino di precisione. Il 19enne è stato posto a disposizione dell’autorità giudiziaria, che ne ha convalidato l’arresto.