A seguito della sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato l’illegittimità costituzionale del provvedimento assunto dalla Regione Siciliana che intendeva trasferire dipendenti, debiti, crediti e patrimonio della IPAB “Salvatore Bellia” di Paternò all’Ente Comunale paternese, il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana ha accolto l’appello del Comune di Paternò ed ha riformato la sentenza del TAR.