Luciano Carbonaro, 30 anni, operatore socio sanitario, ha perso la vita nella notte tra sabato e domenica mentre in scooter transitava in via Livornese a Cenaia, dove si era trasferito da poco. Tutto per colpa di un cinghiale, secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni dell’incidente stradale, tragico e assurdo. Luciano, finito a terra per l’urto contro l’ungulato, è stato travolto da un’auto sopraggiunta poco dopo, con l’automobilista che non si è accorta della sua presenza sull’asfalto. Per ricostruire con esattezza quanto accaduto i carabinieri  hanno svolto minuziosi accertamenti e la procura di Pisa ha aperto una inchiesta riguardante il tragico incidente.

Il Paternese aveva trovato in Toscana di che farsi una vita come operatore socio sanitario, lavorando prima a Livorno, dove ha vissuto prima di trasferirsi a Cenaia, e poi a Pisa. Una giovane vita spezzata e una famiglia distrutta, cui in queste ore giungono numerose testimonianze di dolore e sconcerto  da familiari e amici, con le comunità di Cenaia e Calci , dove vive la madre, profondamente colpite.