Dal 15 ottobre il green pass diventerà obbligatorio per tutti i lavoratori sia pubblici che privati. Il governo si avvia verso un decreto unico che imporrà in Italia il certificato verde per entrare in tutti i luoghi di lavoro.

Per chi si presenta al lavoro senza, ci saranno multe, che dovrebbe andare dai 400 ai 1000 euro, e sanzioni disciplinari. Sarà, però, vietato il licenziamento.

È emersa la questione dei tamponi. I sindacati chiedono che nei luoghi di lavoro siano gratuiti e che non ci siano per gli inadempienti né licenziamenti né demansionamenti strutturali. La linea del governo è contraria, perché si rischierebbe di disincentivare la campagna vaccinale, che è invece una priorità.