Oggi si celebra la Giornata internazionale dell’infermiere, una data che a partire dagli anni Settanta festeggia l’impegno dal personale sanitario per la cura del prossimo.

Oggi, in un momento di pandemia, ha un valore ancora più alto.In questa data, nel 1820 a Firenze, nacque Florence Nightingale, un’infermiera nota come “la signora con la lanterna”. A lei si deve l’assistenza infermieristica moderna e l’organizzazione degli ospedali da campo.

L’idea nasce nel 1953 quando Dorothy Sutherland, un ufficiale del Dipartimento della salute, educazione e benessere degli Stati Uniti d’America, propose al presidente Eisenhower di proclamare una giornata dedicata a questa professione.

Venne istituita, però, nel 1965 dal Consiglio Internazionale degli Infermieri.

Ogni anno l’ICN sceglie un tema e quello di quest’anno è “Nurses: A Voice to Lead – A vision for future healthcare”. Riguarda la valutazione dei cambiamenti e le innovazioni nel campo dell’assistenza infermieristica e su come questo influenzerà il futuro dell’assistenza sanitaria.