Sequestro in un distributore di carburante

I finanzieri del comando provinciale di Catania hanno sequestrato, in un distributore di carburanti di Giarre, un serbatoio contenente oltre 2.600 litri di gasolio “Diesel HIQ” destinato all’autotrazione, le 4 colonnine di rifornimento e le relative 8 pompe di erogazione a esso collegate.

Le indagini sono partite dalla raccolta di campioni di prodotto e subito dopo è stata condotta un’analisi sulla miscela, i cui risultati hanno rivelato che il gasolio non era conforme ai requisiti specifici previsti dalla normativa in termini di sicurezza e qualità del prodotto.

L’irregolarità era dovuta al punto di infiammabilità della miscela, il cui valore rilevato (45 gradi) era inferiore ai 55 gradi previsti. Questo non avrebbe comportato nell’immediato problematiche per i motori delle auto, ma avrebbe potuto produrre effetti negativi nell’uso prolungato. Inoltre, porterebbe a un aumento delle emissioni di gas di scarico al di sopra dei limiti previsti dalle normative europee a tutela dell’ambiente.

Il rappresentante legale della società è stato segnalato all’autorità giudiziaria per il reato di frode in commercio e miscelazione non autorizzata.