Presentato il piano industriale 2022-2031

Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane ha presentato il piano industriale 2022-2031 che prevede oltre 190 miliardi di investimenti. Per la Sicilia è previsto un investimento complessivo di oltre 20 miliardi di euro.

Nello specifico, 9,3 miliardi saranno destinati all’intervento più importante, ovvero al collegamento veloce Palermo-Catania-Messina. Altri fondi serviranno per il “Nodo Catania” e il potenziamento del collegamento con l’aeroporto Fontanarossa, ma anche la linea Caltagirone-Gela, il bypass di Augusta, e il collegamento con l’aeroporto di Trapani Birgi. Ammontano, invece, a 5,78 miliardi di euro le risorse destinate alle infrastrutture stradali.

Al Polo Passeggeri andranno 403 milioni che serviranno per avere nuovi treni per il trasporto regionale e per potenziare i servizi diurni e notturni di lunga percorrenza, da e per la Sicilia. Per il Polo Urbano investimenti per 3,7 milioni per progetti che riguarderanno i territori di Palermo, Siracusa, Catania e Messina.

Le risorse destinate al Polo Logistica, che ammontano circa a 860 milioni, sono finalizzate alla manutenzione straordinaria dei compendi di Catania Acquicella e Catania Bicocca.