Beccati 46 stranieri che percepivano illegalmente il reddito di cittadinanza

Avrebbero inserito dati falsi nella domanda per ottenere il reddito di cittadinanza. I finanzieri del secondo nucleo operativo metropolitano del gruppo di Palermo, in collaborazione con l’Inps, hanno scoperto e denunciato 46 stranieri percettori del sussidio.

I 46 soggetti risultavano essere tutti residenti a Palermo con il reddito di cittadinanza. Sono tutti stranieri che avrebbero dichiarato di abitare in Italia da almeno dieci anni.

I finanzieri, durante i controlli, hanno acquisito i certificati storici di residenza dai vari Comuni dove i richiedenti risultavano iscritti e hanno provveduto ad approfondire ulteriormente le loro posizioni tramite le banche dati del corpo per acquisire il giorno di ingresso nel territorio italiano.

Sono stati comunicati i nominativi degli indebiti percettori agli uffici Inps per le sanzioni amministrative di revoca o decadenza del beneficio e il recupero delle somme indebitamente riscosse di oltre 200mila euro.