Spaccio nel quartiere Picanello di Catania

I carabinieri della “Squadra Lupi” del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale hanno arrestato in flagranza di reato un 39enne e un 38enne, entrambi catanesi in quanto indiziati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari, da tempo sulle tracce del 38enne, già sottoposto all’obbligo di dimora, lo avevano notato diverse volte a passeggio su una bici elettrica per le strade del quartiere “Picanello” che cercava di passare per un normale ciclista.

Ma i Lupi, anche all’esito di una meticolosa attività info investigativa, lo hanno marcato stretto e hanno fiutato “consegne a domicilio” in atto, notando peraltro l’uomo più volte fare la spola presso un’abitazione adibita verosimilmente a deposito della sostanza stupefacente.

Nel pomeriggio i militari sono pertanto entrati in azione quando hanno notato il 38enne uscire proprio dall’abitazione-deposito del 39enne procedendo così contemporaneamente a bloccare il ciclista e a perquisire il luogo.

Il ciclista 38enne è stato trovato in possesso di 5 involucri contenenti marijuana amnesia del peso complessivo di 28 grammi, di due dosi della medesima sostanza e della somma di 20 euro ritenuta ricavo dello spaccio. La perquisizione estesa nella sua abitazione non ha fornito riscontri utili ai militari.

Le attività di ricerca nel deposito del 39enne, invece, hanno consentito di trovare, nascosti in un cassetto della cucina, 42 involucri termosaldati di marijuana amnesia del peso di 236grammi, 36 dosi già confezionate della medesima sostanza e anche un foglio manoscritto con nominativi e cifre.

I carabinieri hanno portato, su disposizione dell’autorità giudiziaria, il 39enne nel carcere di Enna e il 38enne a Barcellona Pozzo di Gotto.