Furto in una pasticceria

Nel quadro delle attività connesse al piano d’intensificazione dei servizi di pattugliamento disposti dal Comando Provinciale di Catania, i carabinieri della stazione di Tremestieri Etneo hanno denunciato un 29enne di origini albanesi, ritenuto responsabile di furto aggravato ai danni di una pasticceria di via Novaluce.

In particolare, erano le 14.30 circa, quando i dipendenti dell’esercizio commerciale, impegnati nell’attività lavorativa nel retrostante laboratorio, stante l’orario di chiusura per la clientela, avevano scorto un uomo che dopo essersi furtivamente introdotto nell’area di vendita, con decisione aveva forzato il cassetto del registratore di cassa, arraffando tutto il denaro che vi era all’interno, circa 400 euro, per poi fuggire via.

Il ladro, però, non aveva certo fatto i conti con la reazione dei pasticceri che, accortisi del tentativo di furto, si sono fiondati alle sue calcagna, impedendogli sia di risalire sull’auto con la quale era arrivato, sia di fuggire a piedi.

Vistosi circondato, il 29enne ha cercato di distrarre i suoi inseguitori, riconsegnando loro l’intera somma rubata, riuscendo con questo escamotage a salire sul proprio mezzo, una Alfa Romeo 156 e a scappare via.

Nel frangente, durante questi concitati momenti, un solerte cittadino ha allertato su quanto stava accadendo il 112 NUE, che attraverso la Centrale Operativa dei carabinieri, ha inviato sul posto un equipaggio del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Gravina di Catania.

Giunti in una manciata di minuti, i militari hanno subito raccolto le dichiarazioni dei dipendenti della pasticceria e acquisito il quadro completo della vicenda, facendo scattare le indagini per risalire al malfattore.

In particolare, nuovamente sotto il coordinamento della Centrale Operativa, la pattuglia del Radiomobile di Gravina è stata subito aiutata nelle ricerche dai carabinieri della stazione di Tremestieri Etneo che, grazie alla loro profonda conoscenza del territorio, hanno subito ricordato come il veicolo del fuggitivo, la 156 Alfa Romeo, fosse già stato oggetto di numerosi controlli, con alla guida un 29enne albanese.

Recuperate tutte le informazioni in loro possesso, i militari dell’Arma hanno accertato che il giovane albanese aveva in effetti numerosi precedenti di polizia, compresa la rapina. La conferma finale dei sospetti dei carabinieri è poi arrivata con la visione dei filmati del sistema videosorveglianza della pasticceria, attraverso cui il soggetto in questione è stato definitivamente smascherato, anche grazie alle sue peculiari fattezze fisiche e ai i tatuaggi sulle braccia.

In questo modo l’uomo è stato denunciato a piede libero all’A.G. di Catania per furto aggravato.