I finanzieri del comando provinciale della guardia di Catania, nell’ambito di due simultanei interventi a contrasto del traffico internazionale di droga, avvenuti a Torino e Ragusa, hanno sequestrato complessivamente 67 chili di cocaina e hashish ad alto potenziale stupefacente e hanno arrestato due uomini, di 40 e 45 anni, originari della Repubblica Dominicana, e una donna, colombiana, di 36 anni.

L’attività repressiva è iniziata in seguito all’intensificazione dei servizi antidroga, iniziati nel territorio del distretto di Corte d’appello di Catania ma che hanno permesso di acquisire, dopo alcune perquisizioni e di una efficace attività informativa, elementi probatori per delineare l’esistenza di un traffico internazionale di sostanze stupefacenti, provenienti dalla Spagna e diretti nel territorio nazionale (nord Italia e Sicilia).

In particolare, nel corso del primo intervento a Torino, è stato oggetto di perquisizione un van con targa spagnola, proveniente da Madrid, condotto da M.C., 40 anni, della Repubblica dominicana.

L’inizio delle operazioni di controllo, avvenute con la cooperazione dei reparti della guardia di finanza di Torino, ha fin subito determinato la reazione nervosa dell’uomo, che ha indotto i militari ad approfondire le ricerche. Le conseguenti attività hanno consentito di trovare e sequestrare 13 chili di cocaina, contenuti in un doppio fondo.

Nel prosieguo dell’operazione, sempre a Torino, è stata individuata, dopo un movimentato inseguimento nel centro della città, un’auto condotta da W.H.C., 45 anni, anch’egli originario della Repubblica dominicana. In questa circostanza, le attività di perquisizione hanno consentito di sottoporre a sequestro 1,07 chili di cocaina, nascosta in uno zaino contenuto nel vano dell’auto.

Gli elementi acquisiti da questi interventi a Torino delle pattuglie della guardia di finanza di Catania hanno permesso di individuare un’abitazione a Comiso, in provincia di Ragusa, di proprietà di K.R., 36 anni, moglie di uno dei due arrestati nel blitz a Torino.

Le relative attività di perquisizione dell’abitazione e delle pertinenze hanno permesso di trovare, nascoste nel doppio fondo di un’auto parcheggiata nel garage dell’abitazione, 53 chili di hashish ad alto potenziale.

I due uomini e la donna sono stati arrestati per traffico e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’arresto dei tre responsabili, su richiesta dei competenti uffici giudiziari, è stato convalidato dal giudice per le indagini preliminari.