Dopo i sopralluoghi di giovedì nei comuni di Paternò, Ragalna, Santa Maria di Licodia e Biancavilla, ieri giornata di verifiche alle strutture pubbliche di Adrano danneggiate dalla scossa di terremoto del 6 ottobre. Tecnici della Protezione Civile nazionale e del dipartimento regionale, assieme a quelli del comune e rappresentanti dell’amministrazione comunale adranita, hanno effettuato i sopralluoghi in città per verificare la consistenza dei danni subiti dagli edifici pubblici. I controlli sono stati effettuati nei locali delle scuole cittadine, nei luoghi di culto e in altri edifici pubblici. Ad Adrano i danni maggiori sono stati subiti da alcune chiese, ma molte le lesioni anche in altri edifici pubblici e in case private. Stamattina tutti i comuni del catanese colpiti dal sisma e dalle alluvioni di questo mese di ottobre da dimenticate, attendono il vicepremier Luigi Di Maio, che intende rendersi conto personalmente dei danni subiti dai vai centri. Di Maio sarà presente anche a Paternò, il suo arrivo in citta era previsto per le ore 8.30, ma pare essere slittato. Ulteriori aggiornamenti sulla nostra pagina Facebook e nelle prossime edizioni di Ciak News(dalle 13.30)