Notizie Politica

CORSA AD OTTO PER LE REGIONALI

di Mary Sottile

 

Tre mesi. Tanto il tempo che separa i siciliani dal voto per il rinnovo del governo regionale. Poco più di 90 giorni ma sul fronte delle alleanze si è ancora in confusione. Nulla di definitivo, sia nel centrodestra che nel centrosinistra, ma ancora per poco. Entro ferragosto dovrebbero aversi le idee più chiare.  Il tempo stringe e le eventuali alleanze devono chiudersi attorno ai papabili presidenti per far partire la campagna elettorale.

Partendo dai dati certi, al momento sono 8 i candidati alla presidenza della Regione. Si comincia con il movimento 5 stelle che non cerca alleati e lancia per la competizione elettorale il deputato Giancarlo Cancelleri.

Candidati già annunciati, poi, sono il governatore dell’isola, Rosario Crocetta che non troverebbe però un centrosinistra compatto sul suo nome. Avrebbero detto no ad un crocetta bis il partito di rifondazione comunista insieme ai comitati siciliani di “Possibile”, e Azione Civile, che sostengono una lista candidando l’editore Ottavio Navarra; anche il PD tentenna sul nome di Crocetta e l’ipotesi avanzata nelle ultime ore potrebbe essere quella dell’ex sottosegretario alla Pubblica istruzione, Davide Faraone.

Nel centrodestra che discute se compattare le forze, il candidato al momento certo è il presidente della commissione regionale antimafia Nello Musumeci, leader di #DiventeràBellissima, che ha già l’appoggio di Fratelli d’Italia e Noi con Salvini, sembrano, invece, chiudersi le porte di Forza Italia che proprio nelle ultime ore ha annunciato, per voce del commissario regionale, Gianfranco Micchiché, di avere un dialogo in corso con Angelino Alfano e che la chiusura di Musumeci nei confronti del ministro degli esterni non è piaciuta agli azzurri. Per Alternativa popolare di Angelino Alfano, oltre al possibile ritorno a casa con Forza Italia, non è esclusa un’alleanza con il Partito Democratico, che sembra abbia proposto ad Alfano un accordo per un’alleanza sia in Sicilia che alle elezioni politiche. Certo Alfano non digerisce ancora l’accordo fatto per la legge elettorale, poi naufragata, tra Renzi Berlusconi e i 5 stelle, ma la necessità di trovare uno spazio per il partito potrebbe essere la posta in gioco per mettere da parte rancori e dissidi. Sempre nel centrodestra ha annunciato la propria candidatura l’ex rettore dell’ateneo palermitano Roberto Lagalla, appoggiato da IdeaSicilia.

Si candida anche Franco Busalacchi col movimento politico ‘Noi Siciliani con Busalacchi’.

Candidata alla presidenza della Regione Siciliana, anche Piera Maria Loiacono, appoggiata dal Partito liberale italiani li e dal Movimento Politico “Libertas”. Infine, candidato alla presidenza anche Roberto La Rosa supportato dal movimento Siciliani liberi.

Commenti su Facebook: