Nuova ondata di controlli in questi giorni a Paternò da parte dei carabinieri della Compagnia paternese collaborati dai colleghi dell’ispettorato del lavoro di Catania. Dopo le verifiche effettuate nei confronti dei panificatori avvenute a fine giugno, questa volta i carabinieri hanno puntato la loro attenzione verso diverse attività ristorative, pub, sale bingo ed internet – point del centro cittadino. Operazione finalizzata al contrasto del fenomeno del lavoro nero e per garantire norme e sicurezza negli ambienti lavorativi. Denunciati alla Procura della Repubblica di Catania due titolari di attività commerciali. In particolare, sono stati denunciati i gestori di un ristorante e di un bar tabacchi al quale è stata anche sospesa l’attività imprenditoriale e somministrata una multa di 3.098 euro. Nel contesto del servizio sono state ispezionate sette attività commerciali, verificata la posizione di 20 lavoratori individuando 2 lavoratori in nero, contestate sanzioni amministrative per complessivi 9.000 euro, recuperati contributivi e premi assicurativi ed assistenziali per un importo di 2.100 euro e contestate sanzioni relative a recuperi I.N.P.S. per 700 euro.