Controlli a Catania

Il contrasto all’illegalità diffusa, allo smercio di droga e alle condotte di guida irresponsabili, sono stati gli obiettivi prioritari del servizio coordinato a largo raggio effettuato nell’area nord di Catania.

In particolare nella serata, i carabinieri della stazione di Librino, supportati dai colleghi della C.I.O. del 12° Reggimento “Sicilia”, di propria iniziativa, hanno incrementato le attività di controllo nel quartiere “Librino”, sia potenziando il pattugliamento delle zone di maggiore aggregazione, che effettuando una serie di perquisizioni per la ricerca di armi e droga.

In tale contesto operativo, i militari, durante un posto di controllo in viale Castagnola, hanno fermato alla guida di una Smart di colore nero un 28enne catanese, attualmente sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora, che sin dalle prime battute, ha mostrato un atteggiamento palesemente preoccupato. In effetti, i carabinieri hanno subito intuito il motivo del nervosismo, poiché poco dopo il giovane ha “spontaneamente” consegnato, prendendoli dagli slip, 7 involucri contenenti marijuana per un peso totale di 14 grammi.

La perquisizione è stata poi chiaramente estesa anche all’abitazione dello stesso, in zona Nesima, che ha consentito ai militari dell’Arma di trovare in casa altre 6 dosi di marijuana, per un totale di 21 grammi e la somma in denaro contante di 395 euro, ritenuti ricavo dell’attività di spaccio.

I carabinieri hanno denunciato il giovane per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, sequestrando poi sia le dosi di droga, complessivamente 13, del peso totale di circa 35 grammi di marijuana, sia il denaro recuperato.

Particolare attenzione è stata poi posta al monitoraggio dei soggetti sottoposti a restrizioni della libertà personale presso il proprio domicilio. In questo ambito, le pattuglie hanno controllato 5 persone detenute ai domiciliari, per le quali è stata riscontrata la regolare presenza in casa. Tuttavia, uno dei sottoposti agli arresti domiciliari, un 23enne catanese, è stato trovato in possesso di una modica quantità di marijuana, venendo segnalato, quale assuntore, alla locale Prefettura.

A corollario dei risultati conseguiti dall’Arma di Catania, sono stati effettuati anche controlli connessi alla circolazione stradale per contrastare soprattutto quelle condotte indisciplinate di guida che possono creare un serio pericolo per la sicurezza pubblica, per automobilisti e pedoni.

Sono stati capillarmente organizzati diversi posti di controllo nell’area, saturando i maggiori assi viari e gli incroci principali, attività che ha permesso di fermare una ventina di veicoli e identificare oltre trenta persone, elevando una decina di sanzioni amministrative per violazioni al Codice della Strada (mancata copertura assicurativa e guida senza casco, cintura e patente) per un totale di circa 10.000 euro.

Per un veicolo è scattato anche il sequestro amministrativo, mentre a un automobilista è stata ritirata la patente di guida.