Nel catanese denunciati per furto aggravato quattro furbetti dell’acqua gratis e arrestato un 45enne, già sottoposto agli arresti domiciliari, perché colto in flagranza del reato di evasione.

Quattro denunce per furto aggravato e un arresto per evasione l’esito dei controlli effettuati, a Catania e Misterbianco, dai Carabinieri della Compagnia di Catania Fontanarossa con il supporto del 12° Reggimento Sicilia nell’ambito del servizio finalizzato alla prevenzione e al contrasto dell’illegalità diffusa.

A essere denunciati i proprietari di quattro abitazioni situate in via Don Carlo Gnocchi i cui contatori dell’acqua risultavano manomessi. A realizzare allacci abusivi alla rete pubblica, al fine di evitare il pagamento della bolletta di fornitura idrica pur usufruendo del servizio, due uomini, di 63 e 45 anni, e due donne, di 65 e 45 anni, tutti catanesi. Furto, questo, che ha provocato ingenti danni economici alla società erogatrice del servizio.

Sempre nel corso del servizio finalizzato alla prevenzione e al contrasto dell’illegalità diffusa, è stato invece arrestato un 45enne di Catania perché, già sottoposto agli arresti domiciliari, è stato sorpreso in strada dai militari. Colto in flagranza del reato di evasione e bloccato, l’uomo è stato ricondotto, su disposizione dell’autorità giudiziaria, ai domiciliari.