Consegnati 301 defibrillatori in Sicilia

Sono stati consegnati 301 defibrillatori in altrettanti luoghi pubblici della Sicilia. Tutto questo è stato possibile grazie all’iniziativa “Ti abbiamo a cuore”, coordinata dall’assessorato regionale della Salute e gestita e attuata dalla Seus, la società partecipata della Regione cogestore del 118 in Sicilia. Oltre alla distribuzione dei 301 Dae c’è la formazione del personale.

Tutte e 9 le province hanno potuto usufruire di questo servizio. Nello specifico: Agrigento (39), Caltanissetta (21), Catania (37), Enna (18), Messina (59), Palermo (76), Ragusa (13), Siracusa (16) e Trapani (22).

Quasi la metà, cioè 150, sono andati ad amministrazioni comunali dove non c’è una postazione del 118. Altri 44 sono stati consegnati a scuole e Università, 18 a case circondariali, 17 a parchi archeologici e teatri, 17 a farmacie, 16 alla Protezione Civile e alle Forze dell’Ordine, 15 alle isole minori, 15 ai Dipartimenti della Regione, 7 ad altri enti e 2 al settore dei trasporti.

Il presidente facente funzioni della Seus, Pietro Marchetta, ha sottolineato che l’obiettivo è la diffusione delle tecniche di rianimazione cardiopolmonare in aree di aggregazione cittadina, di grande afflusso turistico e in luoghi isolati.

Inoltre, è stato realizzato il portale del Registro Regionale dei defibrillatori per gestire l’archivio dei Dae e l’anagrafica di Operatori Dae. Il sistema si basa sulla georeferenziazione dei dispositivi: in questo modo gli operatori delle centrali operative del 118 possono individuare la collocazione dei Dae più vicini al luogo dell’intervento.