La nomina giunge a pochi giorni dall’affidamento della gestione del Comune di Catania

Le sorti di Catania e provincia nelle mani di Federico Portoghese, a cui è stata confermata la nomina di Commissario straordinario della Città metropolitana di Catania, dopo aver ricevuto, solo qualche giorno fa, quella di commissario straordinario per la gestione del Comune di Catania, in sostituzione del sindaco dimissionario Salvo Pogliese e della sua giunta. Nominato alla guida dell’ente che ha sede operativa nel quartiere di Canalicchio, lo scorso 11 febbraio, è stato riconfermato con decreto a firma del Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e dell’assessore Marco Zambuto.

La fine del mandato avverrà con le amministrative della primavera 2023, quando verrà eletto il nuovo sindaco di Catania a cui sono affidate le funzioni anche di sindaco metropolitano. Presente, al formale insediamento di Portoghese, il segretario generale della Città Metropolitana, Mario Trombetta. Laureato in Economia e Commercio e abilitato alla professione di dottore commercialista, ha ricoperto incarichi statali e regionali fra le quali quella di Direttore generale dell’Università degli Studi di Catania. Il commissario straordinario di Città Metropolitana e del Comune di Catania, è specializzato nella gestione della contabilità generale e finanziaria, con particolare riferimento al settore della pubblica amministrazione, ai progetti per le università, alla ricerca e agli enti locali.