Carabinieri della stazione Ognina e del nucleo radiomobile del comando provinciale di Catania hanno arrestato un 40enne per tentativo di omicidio e incendio doloso. Secondo l’accusa avrebbe appiccato il fuoco alla baracca in cui abita un suo cognato di 45 anni, marito di sua sorella, perché lo riteneva l’autore di furti da lui subìti, l’ultimo quello della batteria della propria Apecar.

La vittima svegliata dal fumo è riuscito ad uscire dalla struttura prima che fosse distrutta dall’incendio, che è stato domato dai vigili del fuoco. Nell’abitazione del presunto autore del reato i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato, nascosta nel sottoscala, una tanica da 10 litri piena per un terzo di liquido infiammabile. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato condotto in carcere.

 

FONTE:ANSA