Molte strade di Catania, nonostante le azioni per rimuovere i rifiuti, sono delle vere e proprie discariche a cielo aperto che con il caldo producono un cattivo odore ancora più intenso. La consigliera comunale, Sonia Agata Sofia, commenta la situazione spazzatura nella zona del viale Mario Rapisardi, area molto trafficata della città. “C’è pure un divano sul marciapiede del viale Mario Rapisardi – dice -. Un mobilio che può essere usato mentre si aspetta il semaforo rosso prima di poter attraversare la strada sulle strisce pedonali. Poco distante la solita montagna di spazzatura che blocca quasi completamente il transito dei pedoni – continua la consigliera -. E dove non arrivano i sacchetti di plastica, ci pensano i cattivi odori a convincere le persone a cambiare strada. L’aumento dei costi del conferimento dell’indifferenziata in discarica è evidente a tutti. Una spesa che ovviamente ricade sull’intera collettività. Ecco perché diventa fondamentale combattere la piaga delle strade pattumiera tra il viale Mario Rapisardi e il Corso Indipendenza. L’amministrazione comunale sta facendo tanto per arginare il problema dei rifiuti abbandonati ai bordi della carreggiata o sui marciapiedi ma bisogna dare un seguito a tutto questo“.

Sonia Agata Sofia chiede il potenziamento dei controlli delle Forze dell’Ordine ma anche la realizzazione di un sistema di videosorveglianza al viale Mario Rapisardi. L’obiettivo è individuare più facilmente gli incivili.