Tentativo di furto

Nel corso dei servizi notturni di controllo del territorio, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, in seguito a una segnalazione pervenuta alla Sala Operativa della Questura di Catania, sono intervenuti in via Macallè dove, stando a quanto riferito da un cittadino, un uomo vestito di nero e incappucciato aveva forzato una macchina posteggiata.

Giunti sul posto, i poliziotti delle Volanti hanno perlustrato le vie limitrofe fino a quando, nella vicina via Carlo Forlanini, hanno incrociato un individuo le cui fattezze corrispondevano alla descrizione fornita e l’hanno fermato. Dopo averlo identificato quale 39enne catanese, gli agenti hanno deciso di approfondire il controllo e di procedere con una perquisizione personale.

È stato trovato in possesso di un martelletto frangivetro, di un coltellino multiuso, di un coltello a serramanico con lama da 7 centimetri e di un “OBD”, un lettore dei sistemi diagnostici, utilizzato per bypassare i congegni di protezione elettronici dell’auto.

Con gli strumenti trovati, il 39enne era riuscito a infrangere il vetro della vettura e a rimuovere le coperture plastiche sotto al piantone per poter accedere alla centralina e, quindi, mettere in moto il veicolo ma, evidentemente disturbato nella sua azione criminosa, aveva preferito recedere dal suo intento, cercando di eludere un eventuale intervento delle forze di polizia.

Alla luce dell’accaduto, l’uomo è stato condotto presso gli uffici della Questura dove è stato formalmente indagato per i reati di possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli e porto di oggetti atti a offendere.

Tutti gli oggetti trovati sono stati sequestrati e posti a disposizione della competente autorità giudiziaria.